È il 1956 e Andy Warhol, che ancora non è diventato Andy Warhol, vuole regalare un quadro al Museum of Modern Art di New York. Che gli risponde no grazie, ci dispiace, ma non abbiamo posto. Cose che capitano, anche ai geni …

Quante volte un grande artista, un inventore o un genio della scienza si è trovato di fronte a un rifiuto prima di diventare famoso? Cose che capitano, anche ai migliori. E che però non dovrebbero scoraggiare chi crede nel proprio talento.
Parte da questa riflessione il lavoro concepito dall’artista Sissa Micheli (Brunico, 1975) per la facciata mediale di Museion. Il video nasce da una performance – l’artista, in tuta nera, si insinua negli spazi di Museion e si avvicina a una vetrina. Insomma, la classica situazione da furto di opere d’arte. Solo che, invece di sottrarre qualcosa dalle sale espositive, Sissa Micheli lo porta, di nascosto. Un furto d’arte al contrario. A essere introdotto furtivamente al museo è un foglio dattiloscritto, una lettera che racconta la storia di un grande rifiuto. Quello del Museum of Modern Art di New York, che nel 1956 disse di no nientemeno che a un certo Andy Warhol, che voleva donare un’opera al museo. Allora non era ancora il genio della pop art che sarebbe diventato e il museo gli rispose che non c’era posto per il suo quadro. E lo pregava anzi di venire a riprenderselo. “Il messaggio che voglio trasmettere è che gli artisti e le artiste non dovrebbero farsi scoraggiare dai rifiuti delle grandi istituzioni, ma anzi considerarli come uno stimolo per arrivare in cima, come fu per Warhol“– così l’artista.

Il finale del video è disorientante : la “ladra” viene colta in flagrante da blitz di paparazzi che la tempestano di foto, proprio come una star. Qualcosa si è rovesciato nelle dinamiche del museo: questo furto al contrario è finzione o realtà?

A cura di Frida Carazzato

Sissa Micheli
Art Theft Reversed

inaugurazione:
giovedì 7 agosto 2014
ore 21: incontro con l’artista (artist talk)
proiezione video dalle 22 alle 24

Giovedì 07, 14, 21 e 28 agosto 2014, proiezione video dalle ore 22 alle ore 24

Ingresso libero