Francesco Vezzoli guest curator a Museion

Francesco Vezzoli guest curator a Museion

WEB_Vezzoli_Foto by Francesco Scavullo

Francesco Vezzoli è il curatore ospite a Museion 2016. L’artista aprirà la nuova stagione il 29 gennaio prossimo con un doppio progetto espositivo: come guest curator, con una mostra sulla collezione Museion, e come artista, con la prima retrospettiva della sua produzione scultoria. Entrambe le mostre avranno il titolo “MUSEO MUSEION” e coinvolgeranno l’intero spazio espositivo del museo.

Francesco Vezzoli, tra gli artisti italiani più affermati a livello internazionale, in modo ironico, eccentrico e comunque ineccepibile ha sempre intessuto un dialogo particolare tra passato e presente. Che si tratti di cultura pop, dello star system internazionale o del “sistema storia dell’arte”, l’anarchico Vezzoli ama decostruire, minare sistemi dal loro interno.
Vezzoli è il quarto guest curator a Museion – secondo questa formula ogni anno un curatore esterno propone una mostra tematica. Dal 2012 si sono avvicendati nel ruolo Rein Wolfs, ora direttore della Kunst- und Ausstellungshalle della Repubblica Federale di Germania, Carol Yinghua Lu e Liu Ding, critici e curatori e Pierre Bal-Blanc, direttore del Contemporary Art Center di Bretigny, Greater Paris, Francia, attualmente nel team curatoriale di documenta 14.

 

Francesco Vezzoli (Brescia, 1971)
 studia alla Central St. Martin’s School of Art di Londra dal 1992 al 1995. Il suo lavoro è stato oggetto di esposizioni personali presso istituzioni pubbliche e private, quali: The New Museum of Contemporary Art, New York, “The Films of Francesco Vezzoli” (2002); Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Torino (2002); Fondazione Prada, Milano (2004 and 2005); Museu Serralves, Porto (2005); Le Consortium, Dijon (2006); Tate Modern, Londra, “Marlene Redux: A True Hollywood Story (Part One)” (2006); The Power Plant, Toronto (2007); Moderna Museet, Stockholm (2009–2010), “Dalí Dalí Featuring Francesco Vezzoli”; Jeu de Paume, Parigi (2009); Kunsthalle Wien (2009), “Marlene Redux: A True Hollywood Story!”; Garage Center for Contemporary Culture, Moscow (2010); MAXXI, Roma (2013), QMA, Qatar (2013), MoCA, Los Angeles (2014), MoMA PS1, New York (2014). Tra le sue performance più rilevanti: “Right You Are (If You Think You Are)” al Solomon R. Guggenheim Museum, New York (2007), e “Ballets Russes Italian Style (The Shortest Musical You Will Never See Again)”, Museum of Contemporary Art, Los Angeles (2009) con la partecipazione di Lady Gaga e Frank Gehry. 
Ha inoltre partecipato a numerose rassegne quali Istanbul Biennial (1999), Biennale di Venezia (2001, 2005 e 2007), Liverpool Biennial (2002), Bienal de Sao Paulo (2004), Prague Biennale (2005), Whitney Biennial (2006), Shanghai Biennial (2006), Taipei Biennial (2006). Tra i suoi ultimi progetti Prima Donna, A Symphonic Visual Concert insieme a Rufus Wainwright con la partecipazione di Cindy Sherman, presentato ad Atene il 15 settembre scorso. Francesco Vezzoli vive e lavora a Milano.

 

 

Immagine: Francesco Vezzoli, FRANCESCO BY FRANCESCO: BEFORE & AFTER. Foto: Francesco Scavullo