Ingresso gratuito per la Festa della Donna

Ingresso gratuito per la Festa della Donna

L’arte contemporanea apre una volta di più le sue porte: mercoledì 8 marzo per la Festa della Donna l’ingresso alle mostre è gratuito per tutte le donne.

L’invito è a visitare la mostra personale dell’artista francese Lili Reynaud-Dewar, che nelle sue opere tratta il tema dell’identità culturale. In particolare l’artista pone l’attenzione sul Cyborg Manifesto della femminista Donna Haraway. Pubblicato nel 1985, il saggio auspica il superamento del pensiero binario e per opposizioni come natura/cultura, uomo/donna, giusto/sbagliato, verità/illusione o sé/altri, evocando un futuro senza discriminazioni. Diversi estratti dal manifesto di Donna Haraway sono riportanti su pannelli di grande formato e su manifesti, che il pubblico può portare con sé.

L’offerta è comunque l’occasione per visitare anche la mostra sulla collezione fotografica “La forza della fotografia”, che tratta temi come la messa in scena di sé stessi e del proprio corpo, l’identità e la condivisione della vita intima e privata alla luce di opere di artisti e diverse artiste di fama internazionale come Eleanor Antin, Vanessa Beecroft, Letizia Cariello, VALIE EXPORT, Isa Genzken, Nan Goldin, Roni Horn, Joan Jonas, Elke Krystufek, Ketty La Rocca, Zoe Leonard, Ana Lupas, Zanele Muholi, Brigitte Niedermair, Niki de Saint Phalle, Jana Sterbak.

Immagine: Lili Reynaud-Dewar, “TEETH GUMS MACHINES FUTURE SOCIETY”, 2016, videostill. Courtesy of Clearing, New York, Brussels; Kamel Mennour, Paris: Emanuel Layr, Vienna and the artist.