Veit Loers è il curatore ospite 2018

Veit Loers è il curatore ospite 2018

Curerà per Museion la mostra Maria Lassnig Martin Kippenberger. Body Check

Veit Loers è il curatore ospite 2018 a Museion. Loers (1942, Germania, vive e lavora in Italia), autore, curatore e storico dell’arte, è stato, tra l’altro, direttore del Fridericianum di Kassel (1987-1995), del Museo Abteiberg Mönchengladbach (1995-2003) e curatore della Repubblica Federale di Germania per la collezione di arte contemporanea. Dal 2010 al 2012 ha diretto il Kunstraum Innsbruck. Attento e profondo conoscitore della storia dell’arte moderna e contemporanea, Loers ha al suo attivo mostre di personalità artistiche come Pierre Soulages, Joseph Beuys, Isa Genzken, Martin Kippenberger, Franz West, Günther Förg, Jeff Koons, Kai Althoff, Klara Lidén, Danh Vo e molti altri. 

La mostra che curerà per Museion, Maria Lassnig Martin Kippenberger. Body Check,  intende mettere in relazione l’opera di due grandi personalità del mondo dell’arte come Martin Kippenberger (1953-97) e Maria Lassnig (1919-2014) sui temi della frammentazione e decostruzione del corpo. Body Check, che inaugura il 2 febbraio 2018, cade a dieci anni dall’apertura delle sede di Museion in piazza Piero Siena.

Loers è il sesto guest curator a Museion – in base a questa formula ogni anno un curatore esterno propone una mostra tematica. Dal 2012 si sono avvicendati nel ruolo Rein Wolfs, ora direttore della Kunst- und Ausstellungshalle della Repubblica Federale di Germania; Carol Yinghua Lu, curatrice indipendente con Liu Ding, artista; Pierre Bal-Blanc, nel team curatoriale di documenta 14 e direttore del Contemporary Art Center di Bretigny, Greater Paris, Francia (2003-2014); l’artista Francesco Vezzoli e l’artista fotografo Nicolò Degiorgis.

 

Foto: courtesy Veit Loers