Aspettando “Little Movements II”

20/06/13, ore 19.30
Incontro con Josef Dabernig 

L’artista e regista Josef Dabernig parla della sua collaborazione con Igor Zabel, celebre curatore, storico dell’arte e teorico culturale nato a Lubiana e morto in seguito a un tragico incidente a soli quarantasette anni.

Con la sua ricerca Zabel ha sondato quelle sottocorrenti sociali, culturali e politiche che, secondo lui, potevano fornire una migliore comprensione dell’arte moderna e contemporanea, oltre a far superare la dualità Est-Ovest. La sua eredità culturale è tuttora di grande impulso per le giovani generazioni.

Nell’incontro a Museion, Dabernig parla dei punti di contatto del suo lavoro con il celebre curatore, in particolare in occasione della mostra “Individual Systems”, curata da Zabel nel 2003 nell’ambito della 50˚Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

L’incontro è un evento collaterale della mostra „Little Movements II. Self-practice in Contemporary Art” (inaugurazione: 28/06/2013, ore 19)

 

Immagine: Josef Dabernig, Architectural Concept for Individual Systems, Venice Biennial, 2003. Foto: Josef Dabernig